Hotel Botticelli
Hotel Botticelli
Hotel Botticelli
Hotel Botticelli
available on mobile

Prenotazioni

Cenni storici

La costruzione del “Palazzetto già Serragli” nel quale è ubicato l’Hotel Botticelli risale alla seconda metà del ‘500 come si può evincere da antiche piante di Firenze di vari periodi storici.
L’edificio, che risulta notificato alla Sovrintendenza dei Beni Architettonici dal 1935, ha diversi elementi di rilievo: le belle volte “a vela” del piano terreno, la finestra interna “inginocchiata” con mensole in pietra e grata in ferro e la caratteristica loggia del secondo piano.

Le volte dell’attuale ingresso sono affrescate (probabilmente in epoca posteriore) con motivi floreali e putti. Sulla facciata dell’edificio campeggia uno stemma appartenente alla famiglia Serragli. L’inizio dell’attività alberghiera nel Palazzetto risale al 1890 quando l’allora proprietario fece richiesta al Comune di Firenze di licenza di apertura di una “locanda con stallaggio”.

Poco più di un secolo dopo (siamo ora nel 1995-1997) l’albergo è stato sottoposto ad un completo restauro sotto il costante controllo della Sovrintendenza ai Beni Architettonici che lo ha reso un hotel di un eccellente standard di comfort. Una curiosità interessante è data da uno spazio interno sul quale si affaccia quella bella finestra “inginocchiata” di cui si faceva cenno nelle note architettoniche e che, in precedenza, si apriva sul’esterno. In questo spazio durante l’ultimo restauro, è stata ricreata una “stradina” di Firenze che abbiamo pensato di chiamare Via Alessandro Filipepi (vero nome del grande Botticelli) come è evidenziato dalla targa stradale in perfetto stile “vecchia Firenze” e che è motivo di curiosità e commenti da parte dei nostri ospiti.
 

Offerte speciali